Free Business Joomla by Review Justhost

Critici-Quotazioni

Quali personaggi (critici d'arte, filosofi, editori, ecc) pensano dell'artista ed il suo lavoro. 


"La pittura di Emil Ciocoiu è un inno alla libertà, una preghiera levata a Dio per abbattere l'orrore dell'egoismo, il dramma delle guerre, la meschinità degli abusi. E’ il testamento spirituale di un uomo che trova nell’arte la fonte in cui immergersi, dissetandosi con l'acqua della libertà e donando a tutti la possibilità di attingervi.", Andrea Baffoni, critico d'arte

"For more than 20 years we collect works of Emil Ciocoiu, and we’re still in love with his painting, like the first day. Emil Ciocoiu creates an art that impresses our eye, heart, and soul.", Karla and Klaus Stollenwerk Collectors by, and with passion

"Il suo mondo è un universo. Con una creatività cosmica, l'artista Emil Ciocoiu sale a cercare le stelle. Pur restando profondamente radicato nella terra. La Natura e l'Essere Umano, la Fede e la Galassia rappresentano i suoi temi preferiti, ai quali dà un' espressione propria attraverso la sua tecnica affascinante. L'arte di Emil Ciocoiu è colorato, trasuda ottimismo e contemporaneamente una brillante profondità. Essa riunisce persone, religioni, mentalità, supera i confini. Uguale l'artista stesso."  Marcel Philipp, Sindaco Generale della città di Aachen

"Che avvenimento potrebbe essere più appropriato per inaugurare [...] i generosi spazi espositivi ed i foyer del Teatro Nazionale "I.L. Caragiale", trovato in piena metamorfosi e diventando, che la Retrospettiva de pittura di un noto artista romeno ed europeo del pennello, Emil Ciocoiu!? [...] E' stato un "amore a prima vista" per le emozionanti allegorie visive - raffinatamente esuberanti da punto di vista cromatico - del pittore Ciocoiu. Sono estremamente felice che le sue opere nobiliteranno, per due mesi, gli spazi espositivi, ancora "vergini", del nuovo Teatro Nazionale, gradite agli occhi di centinaia di spettatori che gli attraverseranno la soglia." Ion Caramitru, Direttore Generale Teatro Nazionale "I.L. Caragiale" di Bucarest

"Pittura Emil Ciocoiu parla dell'uomo come Cosmo, della libertà come la vibrazione supremo, e la nascita dell'universo come data di certificazione per tutti noi. L'opzione per il mondo oltre i confini del comunismo ha permesso di volare al compimento del destino, e di più, la visione. Si arrampica e vede il mondo attraverso gli occhi di livellare le altezze." Marius Tita, Critico d'Arte, Capo Redattore Radio Romania International, Bucarest

 

"The creation of the Romanian painter Emil Ciocoiu impresses at first contact with the strong emotional vibrations it induces, by the philosophy of colors, ample and subtly affecting the whole being, connecting naturally and spontaneously with the purest cosmic vital energy." Prof. Dr. Sorin Mircea Oprescu, Sindaco Generale del Comune di Bucarest

"A partire dall'universo dei propri sentimenti, Ciocoiu incarna plasticamente le grandi aspirazioni umane." MIRCEA DEAC, critico d'arte, Bucarest

"Il duro lavoro e l'auto-disciplina nella pratica quotidiana del suo talento, sono alla base del suo successo. Il fluido ispirato da sua moglie e violinista Rodica-Daniela Ciocoiu stimola certamente la sua creatività. Che entrambi si sono stabiliti in Aachen ci dà grande piacere. Ciò ci offre la possibilità di partecipare intensamente nelle loro attività artistiche." Dieter e Karl Philipp, Galleria d'Arte e Studio Philippe

"Il lavoro duro e disciplinato al cavalletto, il modo serio e profondo per affrontare i grandi temi esistenziali, questa è la chiave per il successo di questo grande artista." DIETER PHILIPP, Presidente Handwerkskammer Aachen

"La strada solida di questo eccezionale artista è attraversato dall'analisi alla sintesi, in un processo toccante di trasformazione della materia nello spirito." AUGUSTO MEDICI, direttore della rivista ed editore Contemporart, Modena

"Considero la pittura SHARON QUARTETT come una delle opere più importanti realizzate nel dopoguerra paesaggio plastico tedesco." Professor Dr. dr. honoris causa mult. PETER LUDWIG, Aachen

"Emil Ciocoiu, degno successore delle tradizioni culturali di Gorj, posto così in alto nel patrimonio dell'umanità da Brancusi, ha trasformato" La Colonna senza fine " in" La Colonna di Fuoco ", che rappresenta la sua essenza con una maestria unica specifica per i grandi pittori, e permettendogli così a salire le scale dei valori universali." Professor Dr. IONEL CONSTANTINESCU, Bucarest

"La pittura di Ciocoiu è la prefigurazione intuitiva dell'ordine, caricata con il mistero della vita che si manifesta nella diversità." Professore NICOLA MICIELI, Critico d'Arte, Pisa

"Insieme con la scultura di Brancusi, la pittura di Ciocoiu viene a riempirci con la luce dell’immensità." Professor FLORIANO DE SANTI, critico d'arte, Roma

"I dipinti di Emil Ciocoiu sono sempre evocativi di una canzone popolare rumena, che può essere a volte gioioso, ma anche malinconica e triste. La poesia della pittura di Emil Ciocoiu irradia di una tenerezza e di un dinamismo particolare, di uno stimolo per la libertà ed anche di un desiderio mente ed anima. Il messaggio della sua visione cosmica è espresso dalla cascate sfumature di colore che sgorgano da una sorgente misteriosa ed esprimono un dialogo permanente tra razionalità ed immaginazione." CHRISTEL VON NAGEL, critico d'arte, Aachen

"Sulla base della cultura bizantina e delle influenze impressionistiche Emil Ciocoiu nel corso degli anni ha sviluppato un'identità completamente indipendente in termini di stile e forma. L'identità della sua pittura non può essere classificato. Colori, vibrazioni, associazioni, contemplazione trasformata in arte, armonia agitata, un senso di infinito, questi sono alcuni dei termini utilizzati dai critici per descrivere il lavoro di questo artista. L’energia di Emil Ciocoiu viene mostrata soprattutto nelle immagini "Vulkan" (Vulcano) 1984 e "Passionsquelle" (Fonte di Passione) 1985. Per Emil Ciocoiu segue un tempo di contatto molto intenso con diverse culture e popoli. Viaggia e dipinge in luoghi come San Francisco, New York, Gerusalemme, Berlino, Parigi, Roma, Madrid, Atene, Budapest, Bucarest e molte altre città. Queste 'fonti d'ispirazione' sono rimaste molto importante per Emil Ciocoiu. Il contatto con la gente, il ritmo sempre più accelerato della vita nel nostro frenetico mondo moderno, l'aggressione in aumento, la nuova migrazione di persone sul nostro pianeta, tutto questo si osserva con il suo 'occhio interiore' e lo trasforma nei suoi dipinti nella sempre più fitta e percepibile vibrazione con una speciale unica identità. Lo fa in un modo, però che è completamente diverso dalla maggior parte della pittura moderna." JÖRG ENGELBRECHT, Enterprise Advisor, Colonia- 1995, Commento al film TV "La preghiera di pittura" di Marilena Rotaru 8.05.1995

"La pittura di Emil Ciocoiu ci mette di fronte a una nuova possibilità creativa: la capacità di esprimere la musica in pittura. Il suo simbolismo metafisico si basa sulla profonda necessità religiosa per ristabilire il legame tra l'uomo e l'universo. Ciocoiu è un artista complesso che si articola in modo solido e chiaro e ha un ruolo ben definito nel mondo dell'arte internazionale." WOLFGANG BECKER

"La dimensione poetica della pittura di Emil Ciocoiu è accompagnata da profonda meditazione filosofica. Come dovremmo vedere la vita diversa di un’ energia in movimento? E’ la sfida del pittore di visualizzare questa energia e trasformarla in realtà, questo crea un mondo di fantasia e di sogni. Con la creazione di una combinazione magica di colori e di luce riflessa, Emil Ciocoiu produce un mondo singolare, il cui obiettivo è la comprensione internazionale."  IONEL JIANU - "Artisti romeni in Occidente" ARA, Los Angeles 1987

"Nella pittura di Emil Ciocoiu, la luce è essenziale da tanti punti di vista, come ci sono nelle linee di toccare le sue tele". Lui modella, ricrea, invoca e venera. Ad ogni esposizione delle sue immagini, come il pastore di fiducia sui campi infiniti , l'artista invita l'umanità a venire e prendere luce." MARIUS TITA, Critico d'Arte, Capo Redattore Radio Romania International, Bucarest

"Arte, filosofia e spiritualità uniti in una festa di colori e di luci, di toccare tanto il razionale e l'emozionale, in uno spettacolo visivo di una qualità degna dei più grandi ittori del mondo." TUDOR IVANOV, co-fondatore di Pulsar Consulting SA.

"La luce percorre tutte le dimensioni nel loro assoluto senza rapportarsi all’ombra." PHILIPPE LEGLISE, critico d'arte, Beaune - Francia

"Dotato di una forza di lavoro di grandi dimensioni, insieme ad una costante passione per la pittura, Emil Ciocoiu allarga costantemente i suoi mezzi di espressione. La creazione risultata segue un sentiero in salita che porterà sicuramente ad una meritata realizzazione." Professor GHEORGHE SARU, pittore, Bucuresti

Vi è un colore molto raffinato, un uso sottile di luce, uno stanziamento calmo e solare della realtà, che esprime il primato di un panteismo naturale, da cui la natura diventa il ricettacolo ed il riflesso della presenza umana." VIRGIL MOCANU, critico d'arte, Bucarest

"Da tanto, da tanto tempo, almeno io non avevo incontrato in un giovane pittore una vocazione dei colori e degli impulsi di luce tradotti in un modo talmente chiaro e raffinato al tempo stesso. Esiste in questo pittore venuto dal mondo leggendario di Gorj un piacere segreto del colore ed un’ umiliazione ispirata alla vita ed una passione profonda per la luce del sole e del giorno e dell’imbrunire e della mattina così come esso si posa sui fiori, sugli alberi, sulla terra, sulle cose e sul mondo intero" DINU SÃRARU, scrittore, Bucarest

"Ciocoiu cerca di dare coesione allo spazio attraverso la degradazione sottile del colori i quali, anche se apparentemente sbiaditi, hanno una luminosità interna che conferiscono alle sue tele una certa poesia..." GRIGORE ARBORE, critico d'arte, Bucarest

"Emil Ciocoiu rendo visibile l’invisibile ed il futuro ce lo trasforma in presente." ROLF SCHMIDT-HOLTZ, Chief Editor Stern Magazine, Amburgo

"Grazie per il Suo contributo all'iniziativa di riempire questo emblematico ed importante edificio, il Berlaymont, con esempi di cultura europea. La Sua arte è molto ammirata ed apprezzata sia dai funzionari della Commissione europea che da migliaia di visitatori che vengono in questo edificio e godono di questo prezioso contributo artistico." JAN FIGEL, Commissario alla Cultura della Commissione Europea, Bruxelles

"Questo delicato interprete della natura, che ricrea con un'infinità di sfumature di grigi i colorati, iridati con molta sensibilità, si è conquistato un ben meritato posto nella pittura; egli dà ai suoi lavori quell'atmosfera poetica, quella musicalità del colorito che trae la sua linfa dall'autentica tradizione dell'arte romena. La vibrazione lirica della sua creazione genera mediante i colori un linguaggio che si rivolge sia all'occhio che all'anima. Considerato con la dovuta serietà, l'elaborazione dell'atto di creazione artistica ci appare come un coerente sforzo di dimostarsi fedele alla propria strada nell'arte, senza deviazioni da una coscienza professionale decisa, che si rifiuta l'imitazione, l'enfasi e gli artifici."  Professor GHEORGHE SARU, painter, Bucharest

"Ciocoiu esterna nei suoi lavori un delicato sentimento di fronte alla natura, una fine e sottile combinazione dei toni di colore, una maniera personale di abbinarli sulla tela nonchè une seria e profonda scienza di comporre un paesaggio. Cosi, la sua pittura contiene un pathos sincero di fronte alla natura calma e quello stato di introversione e solitudine, una esistenza genuina che si manifesta attraverso un pieno accordo tra artista e natura. Ciocoiu si impone alla nostra attenzione anche per la serietà professionale e soprattutto per la certezza che partendo dall'universo dei suoi sentimenti egli riesce a concretare in maniera plastica le grandi aspirazioni umane." Mircea Deac, Art Critic, Bucharest

 

"Ciocoiu porta una più severa censura dei mezzi espressivi, una concentrazione tonale di una più grave risonanza, lo stresso piacere del lavoro con tocchi vivaci distribuiti nell'intento di ottenere la forma e di esprimere la spazialità nei paesaggi con orizzonti vibranti nonché nelle nature statiche con implicazioni liriche. L'attento esame della materia, la voluttà del lavoro con la massa cromatica, gli accenti di evocazione lirica (e nello stesso tempo vitali), l'equilibro e la "solarità" della concezione che subordina l'impressione rozza fanno di Emil Ciocoiu una presenza in grado di gistificare le proprie premesse e il credito accordatogli dal pubblico e dalla critica." VIRGIL MOCANU, Art Critic, Bucharest